Le Chiese

 

BASILICA SAN FRANCESCO


Orari Visita:
Orario Estivo/Legale
inizia il 28 marzo 2010 - Domenica delle Palme
APERTURA:
6.00 Basilica Inferiore
8.30 Basilica Superiore
CHIUSURA:
18.45 Basilica Inferiore.
18.45 Basilica Superiore.
FERIALE
6:25 Uff. Letture e Lodi - Bas. Inf.
7:15 S. Messa - Basilica Inferiore
11:00 S. Messa - Cappella S. Caterina
18:00 S. Messa - Cappella S. Caterina
(sabato all'Alltare Maggiore)
FESTIVO
7.30 / 9.00 / 10.30
S. Messa - Basilica Inferiore
12.00 - Basilica Superiore
17:00 S. Messa - Basilica Inferiore
18.00 Vespri - Basilica Inferiore
18:30 S. Messa - Basilica Inferiore
Confessioni
7.15 - 12.30
15.00 - 18.45

BASILICA SANTA CHIARA

Al tempo di s. Francesco, l’area era ancora fuori le mura e ospitava una piccola chiesa intitolata a s. Giorgio (notizie dal 111) con annesso un ospedale ed una scuola di proprietà dei canonici della Cattedrale di s. Rufino. Narra s. Bonaventura come il santo giovinetto vi apprendesse a leggere e vi tenesse la prima predica. Alla sua morte, avvenuta presso la Porziuncola il 3 ottobre del 1226, il corpo del santo venne dapprima portato a S. Damiano, per permettere a s. Chiara di porgergli l’estremo saluto, e poi a S. Giorgio, dove restò per 4 anni nella cripta della chiesa. In S. Giorgio si tenne anche la cerimonia di canonizzazione, avvenuta il 16 luglio 1228.

Testi Gentilmente offerti da: Editrice Minerva Assisi

Orari Visita:

Ora Solare: 6.30 > 12.00 - 14.00 > 17.00
Ora Legale: 6.30 > 12.00 - 14.00 > 19.00
 
 

CATTEDRALE SAN RUFFINO


La piazza medievale è alloggiata entro una terrazza romana, delimitata a monte da un lungo muro di costruzione ancora visibile sotto la pavimentazione e all’interno della chiesa; una recente ipotesi vuole riconoscervi la sede del Foro, di cui non è stata sino ad ora scoperta alcuna traccia sicura.

In età alto-medievale, intorno al 412, secondo una tradizione non verificabile, vi fu costruita una piccola basilica per ospitare le reliquie di s. Rufino, primo vescovo di Assisi martirizzato nel 238 sul fiume Chiascio presso Costano. S. Pier Damiani racconta in un suo sermone la contesa sorta tra il vescovo Ugone e il popolo di Assisi sulla collocazione del sarcofago con le spoglie del santo. Contro il parere del vescovo, che voleva trasferirlo nella cattedrale di S. Maria Maggiore, il popolo richiese “un giudizio” di Dio che si manifestò nella prodigiosa vittoria dei sette campioni di parte al “tiro” della pesante cassa marmorea, opposti ai sessanta che tiravano per il vescovo.


Testi Gentilmente offerti da: Editrice Minerva Assisi

Orari Visita:
Ora Solare: 8.00 > 13.00 - 14.00 > 18.00
Ora Legale: 8.00 > 13.00 - 15.00 > 19.00
Settimana Santa: 7.00 > 19.00

SANTA MARIA DEGLI ANGELI

Sorta nel sito occupato da alcune cappelline addossate alla Porziuncola, intorno alle quali era cresciuto un conventino, la basilica rinascimentale fu voluta a conclusione del Concilio tridentino da papa Pio V, a somiglianza della Santa Casa di Loreto, con il proposito di rilanciare l’Ordine francescano e promuovere il culto dell’indulgenza del Perdono che vi si lucrava.

Ogni anno, nei primi giorni del mese di agosto, accorrevano alla Porziuncola migliaia di pellegrini, che cercavano rifugio all’interno del convento, creando forti disagi ai religiosi. Il perugino Galeazzo Alessi, il più famoso architetto umbro del tempo, venne incaricato di redigere un modello, già ultimato il 15 marzo1568, che ottenne l’approvazione dell’architetto pontificio Giacomo Vignola. Pio V concesse di attingere per la costruzione ai “malefici”, i proventi delle multe raccolti nella valle spoletana, e il 25 marzo 1569 venne posta la prima pietra dal vescovo di Assisi Filippo Geri.


Testi Gentilmente offerti da: Editrice Minerva Assisi

Orari Visita:
Ora Solare: 6.15 > 12.30 - 14.00 > 19.45
Ora Legale: 6.15 > 19.45
 
 

SAN DAMIANO

S. Damiano è un antico priorato benedettino, documentato dal 1030. Nei primi del sec. XII fu concesso alla mensa di S. Rufino. E’ in questa chiesa che avvenne nel 1205 la conversione di s. Francesco:

Mentre passava vicino alla chiesa di S. Damiano, fu ispirato ad entrarvi. Andatoci, prese a fare orazione fervidamente davanti all’immagine del Crocefisso, che gli parlò con commovente bontà: “Francesco, non vedi che la mia casa sta crollando? Và dunque e restauramela”. Tremante e stupefatto, il giovane rispose: “Lo farò volentieri, Signore”. Egli aveva però frainteso: pensava si trattasse di quella chiesa che, per la sua antichità minacciava prossima rovina. Per quelle parole del Cristo egli si fece immensamente lieto e raggiante; sentì nell’anima ch’era stato veramente il Crocefisso a rivolgergli il messaggio....

Gioioso per la visione e le parole del Crocefisso, Francesco si alzò e si fece il segno della croce, poi, salito a cavallo, andò alla città di Foligno portando un pacco di stoffe di diversi colori. Qui vendette cavallo e merce e tornò subito a San Damiano.


Testi Gentilmente offerti da: Editrice Minerva Assisi

Orari Visita:
Ora Solare: 10.00 > 12.00 - 14.00 > 16.30 (Vespri ore 17.00)
Ora Legale: 10.00 > 12.00 - 14.00 > 18.30 (Vespri ore 19.00)

EREMO DELLE CARCERI

Uscendo per Porta Cappuccini,salendo verso il monte Subasio, si giunge all’Eremo delle Carceri. Questo magnifico complesso è immerso nel verde ed è situato in una gola tra due coste del monte. Ciò lo rende un posto particolarmente silenzioso ed ameno, molto adatto ad una tranquilla preghiera. All'inizio del cristianesimo alcuni eremiti si rifugiarono in questa parte del monte e dettero vita ad un insieme di grotte nelle vicinanze di una cappellina rupestre chiamata Santa Maria carcerum o ad carceres, in riferimento alla vita lontana dal mondo circostante.

San Francesco scelse questo luogo per rifugiarsi in contemplazione insieme ai suoi primi compagni. All'inizio del Trecento vi si rifugiarono dei Fraticelli, protetti dal comune di Assisi dalle persecuzioni di Giovanni XXII , prima di essere cacciati definitivamente dal ministro generale Gerardo degli Oddi nel 1340. Infine, nel 1373, venne concesso a Paoluccio Trinci, fondatore dell'Osservanza, che costruì le prime celle. Nel 1426 il convento fù ampliato da San Bernardino da Siena ed attualmente ne conserva intatto le sue caratteristiche.


Testi Gentilmente offerti da: Editrice Minerva Assisi

Orari Visita:
Da Pasqua a Novembre: 6.30 > 19.15
Da Novembre a Pasqua: 6.30 > Tramonto